Curiosità

Candele e Diwali: Scopri tutto sulla festa delle luci in India!

La storia delle candele nella cultura indiana è lunga e significativa. La cultura indiana è una delle più antiche e ricche del mondo, con una tradizione che risale a migliaia di anni. Le candele hanno sempre avuto un ruolo importante in questa cultura, utilizzate per secoli in molte cerimonie e rituali religiosi. Oggi, continuano ad essere un simbolo di luce, conoscenza, speranza e guarigione.

L’illuminazione spirituale attraverso le candele

Le candele hanno un ruolo importante nella tradizione indù e sono utilizzate in molti modi. Possono essere poste sull’altare durante i rituali di puja (adorazione) o utilizzate per illuminare la strada alle divinità durante le processioni. Le candele sono anche utilizzate nei funerali e in altre cerimonie per onorare i morti.

Candele come simbolo di celebrazione

Ma l’uso delle candele nella cultura indiana non si limita alle cerimonie religiose. Le candele sono anche utilizzate per scopi decorativi e spesso regalate in occasioni speciali come matrimoni e anniversari. Le candele sono un simbolo importante utilizzate sia nelle cerimonie religiose che nelle celebrazioni familiari. Molte famiglie hanno la tradizione di accendere candele durante le celebrazioni, creando un’atmosfera di calore e di intimità. 

La Dea Lakshmi e la simbologia della candela nella cultura indiana.

Nella cultura indiana, le candele sono spesso associate con la Dea Lakshmi, la Dea della prosperità e dell’abbondanza.

Lakshmi è solita essere rappresentata seduta su una foglia di loto, con una candela accesa accanto a lei. Questa rappresentazione simboleggia la sua natura pura e illuminata. La candela rappresenta la luce della saggezza che illumina la sua mente.
La foglia di loto rappresenta la purezza dei suoi pensieri e del suo cuore.

La candela accesa in suo onore rappresenta la luce della Dea Lakshmi e la sua presenza nella vita delle persone.

Immagine fonte: Wikipedia

Diwali: la festa delle luci

Diwali è una delle più celebri feste Hindu, ed è anche conosciuta come la “festa delle luci“. Si celebra in Ottobre in tutta l’India ed è l’occasione dedicata a commemorare la vittoria della luce sull’oscurità, del bene sul male, della divina saggezza sull’ignoranza.

Solitamente dai 3 ai 5 giorni e durante la festa, le case e le strade sono illuminate a giorno con migliaia di lampade e candele. I fuochi d’artificio riempiono il cielo e la gente si riunisce in preghiera e danze. I preparativi per la festa iniziano mesi prima, con la pulizia delle case e dei templi.

La leggenda narra che re Rama, manifestazione del dio Vishnu, tornò nella sua città, Ayodhya, dopo 14 anni di esilio e peregrinazioni. Il suo popolo per festeggiare accese file (avali) di lampade (dipa) in suo onore, da qui il nome Dipawali (abbreviato Diwali). Simbolicamente è il ritorno della Luce a casa. Il Dipawali è una delle più importanti feste dell’anno per i seguaci di Vishnu.

Il suo significato varia leggermente a seconda delle zone ma il concetto resta sostanzialmente la vittoria del bene sul male.

Celebrazioni di Diwali: significato e tradizioni nella cultura indiana.

Diamo uno sguardo ad ognuno dei cinque giorni della festa di Diwali e alla loro importanza culturale:

  1. Dhanteras: Il primo giorno della festa delle luci, in cui si celebra la prosperità e la buona fortuna. Si acquistano monete, oro, veicoli o utensili per la casa.

  2. Chhoti Diwali: Il secondo giorno, noto anche come Narak Chaturdashi, in cui si celebra la vittoria del bene sul male. Si accendono lampade e si bruciano fuochi d’artificio.

  3. Diwali: Il giorno più importante della festa, in cui si celebra la vittoria della luce sulla tenebra. Si rende omaggio alla dea Lakshmi e si accendono candele e fuochi d’artificio.

  4. Govardhan Puja: Il quarto giorno, in cui si celebra la protezione del Signore Krishna contro l’ira del dio della pioggia. Si costruiscono piccole colline di dolci e si offrono doni agli dei.

  5. Bhai Dooj: L’ultimo giorno della festa, in cui si celebra l’amore fraterno tra fratelli e sorelle. Le sorelle fanno un’offerta al dio per la lunga vita dei loro fratelli, mentre i fratelli fanno un’offerta alle sorelle per la loro prosperità.

tantissime candele vicine durante il diwali

Qualche dettaglio in più

Il primo giorno Dhanteras (il giorno della fortuna) ricorre il 13° giorno della seconda metà del mese lunare, cade con la luna piena, nella cultura indù è considerato il giorno più propizio, è usanza per chi può permetterselo di acquistare monete, oro e veicoli o utensili per la casa.

Il secondo giorno è conosciuto come Chhoti Diwali: Questo è il giorno in cui la dea Lakshmi è venerata, piccole casette con dentro l'immagine di Lakshmi vengono esposte nelle case poichè secondo la tradizione la dea verrà in visita nelle case più illuminate per offrire prosperità.

Numerose anche le statuine con Ganesha che verranno poi utilizzate insieme a quelle di Lakshmi per le cerimonie religiose.

Diwali: cade nel giorno della luna nuova che segna l’inizio delle due settimane buie di Ashvin. Questo è il giorno più significativo 🌟 Per chi se lo sta chiedendo: Cosa sono le due settimane buie di Ashvin? Le due settimane buie di Ashvin sono una tradizione indiana che si svolge durante il periodo di luna piena. Durante queste due settimane, le famiglie indiane si riuniscono per celebrare la vita e la morte. Questa tradizione è conosciuta come "Settimane Buie".
La giornata inizia con una puja alla dea Lakshmi, la divinità che rappresenta la ricchezza, la prosperità e la buona fortuna. Viene offerto del cibo a Lakshmi e si accendono delle candele per attirare la sua benevolenza. Nel pomeriggio si svolgono altri riti e si mangia il pranzo festivo. In serata si accendono i fuochi d'artificio e si lasciano bruciare dei petardi per allontanare gli spiriti maligni.

Govardhan Puja: cade il quarto giorno dopo Diwali, è dedicato alla protezione del Signore Krishna contro l'ira del dio della pioggia. Durante questa festa, le persone costruiscono piccole colline di dolci per rappresentare il Monte Govardhan, che secondo la leggenda, Krishna aveva sollevato per proteggere il suo popolo dalla furia della pioggia. In questo giorno, le famiglie indiane si riuniscono per offrire doni e offerte agli dei e celebrare l'importanza della protezione divina.

Bhai Dooj è il quinto e ultimo giorno della festa di Diwali, ed è dedicato alla celebrazione dell'amore fraterno tra fratelli e sorelle. In questo giorno, le sorelle fanno un'offerta al dio per la lunga vita dei loro fratelli e per la loro prosperità, mentre i fratelli fanno un'offerta alle sorelle per la loro felicità e benessere. È una festa molto sentita in tutta l'India, in cui si scambiano doni e si rafforzano i legami di affetto e di rispetto reciproco tra i membri della famiglia. La tradizione vuole che le donne indossino abiti colorati e realizzino decorazioni con fiori, mentre i fratelli regalano dolci e altri doni alle sorelle.

diwali foto con perdone che celebrano
candele accese e fiori coloranti durante il diwali
persone che festeggiano il diwali con scintille luminose
mani con henne in preghiera
rangoli realizzato sul pavimento durante il diwali

La tradizione del Rangoli durante Diwali

Durante la festa di Diwali, la tradizione del Rangoli è molto diffusa in India. Le donne decorano il pavimento delle case con disegni colorati di fiori e figure geometriche. Questi disegni sono considerati simboli di buona fortuna e prosperità, e si crede che attirino gli dei nella casa.

Il Rangoli viene tradizionalmente realizzato sul pavimento perché rappresenta un modo per purificare e adornare l’ingresso della casa. Si crede che il Rangoli non solo porti fortuna e prosperità, ma anche che protegga la casa dagli spiriti maligni e dalle energie negative. Inoltre, decorare l’ingresso della casa con Rangoli è un modo per mostrare rispetto e benvenuto agli ospiti che arrivano durante Diwali.

La pratica del Rangoli richiede abilità e pazienza, e viene tramandata di generazione in generazione. I disegni vengono realizzati con polvere di riso, farina o altri materiali naturali.

Oltre ad essere un’attività creativa e artistica, il Rangoli è anche un’importante forma di espressione culturale e un modo per celebrare l’importanza della bellezza e dell’armonia nella vita quotidiana.

Tradizioni e eventi legati al folklore di Diwali

Ci sono molte tradizioni e eventi legati al folklore durante Diwali in India. Ad esempio, è comune accendere candele e lampade ad olio per illuminare anche le strade durante la festa. Inoltre, molti celebrano la festa facendo il bagno nel fiume Gange, che si crede porti purificazione e benevolenza. Alcune regioni dell’India hanno anche tradizioni specifiche durante Diwali, come la costruzione di enormi torri di candele in Punjab o l’organizzazione di processioni di elefanti decorati in Rajasthan.  Altre curiosità:

  • La festa di Diwali non viene festeggiata solo in India, ma anche in altri paesi come Nepal, Sri Lanka, Myanmar, Malesia e Singapore, dove ci sono comunità di origine indiana.

  • Durante la festa di Diwali, molte famiglie indiane puliscono e decorano le loro case con luci colorate, candele e fiori.

  • Oltre alla dea Lakshmi, la festa di Diwali celebra anche il dio della conoscenza e della saggezza, Ganesha.

  • Diwali è una delle festività più importanti in India e viene celebrata anche dalle religioni Sikh e Jain.

  • In alcune regioni dell’India, come in Assam e Bengal, Diwali viene celebrata come una festa dedicata alla dea Kali, la dea della distruzione del male.

  • Durante Diwali, molti indiani si scambiano doni e dolci tra amici e parenti, come simbolo di prosperità e benessere.

Candele anche nella medicina ayurvedica

Un aspetto particolare del ruolo delle candele nella cultura indiana è la loro associazione con la medicina ayurvedica, un sistema tradizionale di cura della salute. In questa disciplina, le candele vengono utilizzate per creare una luce soffusa e calda che aiuta a creare un'atmosfera rilassante e calmante. Si dice che la luce delle candele aiuti a equilibrare le energie del corpo e a migliorare la qualità del sonno. Inoltre, alcune candele ayurvediche sono fatte con oli essenziali e ingredienti naturali, che vengono selezionati per le loro proprietà curative e terapeutiche. Sebbene l'uso delle candele nella medicina ayurvedica sia meno conosciuto rispetto a quello nelle cerimonie religiose, è un aspetto interessante e intrigante della cultura indiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *